METE

Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina.
19 Nov

COME VIVERE IL TURISMO DELLE FESTE IN COMFORT ZONE

Dopo un bagno di folla a Spaccanapoli, per ammirare l’arte presepiale, un tuffo nella jacuzzi 

Divide la città di Napoli in due. Un vero miracolo, quello del Decumano. Segnava verso il mare la città greco-romana con un rettilineo che taglia, come farebbe una lama affinata, la città offrendo una suggestione unica ed irripetibile nel mondo.
Attira turisti da tutto il mondo, ma attira anche il turismo locale, che prima di accingersi ai canonici addobbi natalizi, cerca il dettaglio squisitamente artigianale nel mondo magico dell’arte presepiale.

Andris Hotel vi propone una visita suggestiva e indimenticabile, dandovi qualche indicazione sulle bellezze da non perdere. Prima di immergervi nella folla, guardate Spaccanapoli dall’alto del Colle di San Martino. Vedrete che l’effetto è incredibile. Sono ancora visibili gli antichi cardines e le insulae della città greco-romana.

Una volta giù, la gente, i chiassosi carretti, il folklore e il meraviglioso eccesso napoletano forse vi distrarranno dalla ricchezza della cultura, ma voi, non perdete l’itinerario e iniziate con l’ammirare la Statua del Dio Nilo, nell’omonima piazzetta, le Mura Greche di Piazza Calenda e i cortili. Se potete, percorrete l’itinerario da Piazza Gesù Nuovo, entrando nella Chiesa Barocca dei Gesuiti. Ce ne darete atto! Continuate per via Benedetto Croce, costeggiata da palazzo Filomarino in cui visse il filosofo, e poi raggiugete piazza San Domenico Maggiore. Non perdete la Cappella Sansevero per vedere uno spettacolo che lascia senza parole. Il Cristo Velato è qualcosa di inenarrabile bellezza. Il velo che ricopre il Cristo è impalpabile. Anche voi vi chiederete come può la leggerezza della seta apparire così autentica se realizzata con il duro marmo. Anche voi, forse, crederete alla leggenda che narra della pietrificazione di un vero drappo. Anche se un po’ storditi da tanta bellezza, non arrendetevi e proseguite verso via San Biagio dei Librai per vedere le botteghe di arte orafa e i librai. Di lì a poco, in via Duomo, potrete ammirare la Chiesa di San Giorgio Maggiore, costruita fra la fine del quarto e l’inizio del quinto secolo, ma rifatta da Cosimo Fanzago nel Seicento. Il centro antico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Terminato il doveroso tour, immergevi nel vero senso del Natale, acquistate nei laboratori le chicche d’artigianato, concedendovi lo sfizio di personaggi poco presepiali ma molto attuali e divertitevi a vedere le facce del gossip e della politica interpretati dai maestri presepisti napoletani.

Noi vi aspettiamo in Hotel per darvi il nostro benvenuto, coccolarvi con la cucina biologica delle nostre coltivazioni e farvi godere il vostro relax. 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.